EMA
Altro

Accordo politico fatto tra Parlamento europeo e Consiglio su un ruolo rafforzato dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) durante le crisi sanitarie. 

 

 

 

Il mandato aggiornato consentirà all’Agenzia di monitorare da vicino e mitigare la carenza di medicinali e dispositivi medici durante i principali eventi e le emergenze di salute pubblica e di svolgere un ruolo chiave nel facilitare lo sviluppo e la rapida approvazione di medicinali che potrebbero trattare o prevenire malattie che possono causare crisi di salute pubblica.

Accogliendo con favore l’accordo odierno, il vicepresidente per la promozione del nostro stile di vita europeo, Margaritis Schinas, e il commissario per la salute e la sicurezza alimentare, Stella Kyriakides, hanno rilasciato la seguente dichiarazione:

«Oggi ci stiamo avvicinando di un passo verso un’Unione europea della sanità più forte, pronta ad affrontare la prossima crisi sanitaria. L’Agenzia europea per i medicinali è stata in prima linea nel nostro lavoro durante la pandemia di COVID-19 e ha svolto un ruolo chiave nella consulenza, valutazione e autorizzazione di vaccini e medicinali per prevenire e curare il COVID-19. È grazie alla rigorosa valutazione dell’EMA che i nostri cittadini possono avere fiducia e certezza che i vaccini e le terapie utilizzati nellUE sono sicuri ed efficaci - hanno commentato Margaritis Schinas, vice presidente per la promozione dell’European Way of Life e il commissario per la salute e la sicurezza alimentare, Stella Kyriakides -. Un’EMA più forte significa che possiamo contare su una risposta coordinata dell’UE per mitigare e prevenire la carenza di farmaci e dispositivi medici e garantire una approvazione e una disponibilità più rapide di nuovi farmaci per affrontare le crisi in futuro».

«L’accordo odierno è un passo importante per un’UE più forte e più resiliente - hanno proseguito -.  Ma dobbiamo anche rafforzare il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, adottare nuove regole per i trattamenti sanitari transfrontalieri e istituire il quadro di emergenza per l’Autorità europea per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie. Le proposte della Commissione sono sul tavolo e invitiamo tutte le Istituzioni a lavorare insieme per trovare una via da seguire il più rapidamente possibile. Ogni giorno conta».

Nella sua proposta per un’Unione europea della sanità - varata del novembre 2020 alla luce delle lezioni apprese dal Covid-19 - la Commissione si è concentrata sulla preparazione delle risposte alle crisi: la proposta relativa al ruolo dell’EMA sarà la prima delle azioni previste ad essere adottata. Per entrare in vigore il Regolamento che potenzia il ruolo dell’EMA dovrà ora essere formalmente adottato dal Consiglio e dal Parlamento europeo prima di poter entrare in vigore.

Restano invece ancora in fase di negoziazione la proposta di regolamento sulle gravi minacce per la salute transfrontaliere e la proposta di estensione del mandato del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie.

___________________________

FOTO:  Reetdachfan su Pixabay